Dopo la terza media

my secondary school draft with a little help from my friends

Le nostre opinioni sul progetto ”dopo la terza media”

La nostra esperienza di noi ragazzi dell’alberghiero Panzini di Senigallia è stata interessante perché abbiamo avuto la possibilità di poter raccontare le nostre esperienze a giovani che ancora devono seguire un percorso più o meno facile e di conseguenza siamo contenti di poter aiutarli nella loro scelta attraverso le nostre esperienze ed emozioni passate durante questi anni scolastici. I ragazzi hanno prestato molta attenzione alle nostre parole perché abbiamo dato loro la possibilità di ottenere informazioni personali e intime al di fuori di quello che ci potrebbe essere scritto in un depliant o in un opuscolo in cui sono presenti gli orari, le materie e le funzioni dei laboratori… abbiamo raccontato tutto ciò che riguarda la nostra scelta, se siamo stati costretti o se l’idea di frequentare la nostra scuola è provenuta da noi… abbiamo raccontato i motivi e i fattori per cui abbiamo scelto questa scuola: se inseguiamo un sogno, un obiettivo, un ideale o uno scopo preciso o altro… a questa età non possiamo avere una certezza precisa al 100% sul nostro futuro… possiamo solo avere un’idea e un ideale da realizzare, poi gli anni sono lunghi e le emozioni che si possono riscontrare all’interno di essi può portarci a seguire percorsi alternativi, magari anche diversi  da quelli precedentemente stabiliti. Inoltre abbiamo avuto il piacere di essere presenti alla visione del film East is East, un film che i ragazzi delle medie avevano già visto precedentemente. Il film era ambientato negli anni ’60 – ’70 e trattava un tema forte, facilmente riscontrabile anche nelle famiglie di oggi. Il padre di famiglia, legato alle tradizioni pakistane, non era disposto per il bene della propria famiglia e dei suoi figli, ad adeguarsi alla società inglese in cui vivevano: pensiamo che in una famiglia unita e legata da sentimenti sinceri, ogni componente al suo interno possa essere accettato per quello che è, senza essere obbligato ad essere ciò che l’altro vorrebbe che fosse.

Rocco, Giulia, Gaia, Valentina, Alessandro

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: